Robur et Fides Somaglia: come ti racconto un mondo (con la figurina)

Home / Mondo Figurine / Robur et Fides Somaglia: come ti racconto un mondo (con la figurina)

Robur et Fides Somaglia: come ti racconto un mondo (con la figurina)

Qui a Figurine Italia city produciamo figurine da tantissimi anni e siamo perfettamente consapevoli della potenza che ha questo strumento come forma di racconto. Altrimenti non continueremmo a farlo con dedizione e passione, giusto?
Eppure riusciamo ancora ad emozionarci e stupirci quando chi ci ha scelto per il proprio album di figurine parla di noi con tanto entusiasmo.

È il caso della Robur et Fides Somaglia che abbiamo deciso di intervistare per chiacchierare un po’ con Marco Lavasi (responsabile area tecnica) di figurine e sport.

Vuoi scoprire di più? Allora leggi il resto dell’articolo!

Identikit della Robur et Fides Somaglia

La Robur et Fides Somaglia, attivissima società sportiva del lodigiano gravita intorno ai mondi di basket e volley sin dal 2014.

Certo, negli anni è cresciuta tantissimo e divenuta una realtà sempre più sentita e radicata sul territorio ma senza mai smarrire gli ideali che ne avevano portato alla nascita. La loro storia e la loro missione continua a ruotare intorno ai ragazzi anche se hanno sdoganato le frontiere delle categorie maggiori. Come essi stessi si definiscono:

Oggi Robur et Fides è una solida realtà sportiva interamente dedicata ai bambini ed ai ragazzi, con la possibilità di garantire loro un percorso di crescita umana e sportiva praticando pallacanestro o pallavolo, grazie alla competenza di uno staff dirigenziale e tecnico di primo livello.

Ti starai chiedendo che legame abbia tutto ciò con una semplice e piccola figurina? Vedrai, a breve tutto ti sarà più chiaro.

Cosa ha scatenato la figurina?

Credimi, è stata un’iniziativa riuscitissima!

Con questa affermazione iniziamo a parlare con Marco Malavasi del loro album per capire che tipo di reazione abbia scatenato nei ragazzi.

Entusiasmo è la parola giusta per descrivere tutto, l’entusiasmo delle bustine piene di figurine nelle mani dei bambini.
Ma c’è stato un punto avevo sottodimensionato: i grandi. Eh sì, perché i grandi sono quelli che con le figurine ci sono cresciuti e che al tempo loro non hanno potuto cercare i loro stessi volte nelle bustine, in fondo non esisteva questa cosa. Ma per lo staff della Robur le figurine sono sempre stata una grande passione.

Ecco il motivo per cui la Figurina (quella con la F maiuscola) è stato lo strumento perfetto, perché ha permesso alla Robur et Fides Somaglia di raccontare i propri ideali in maniera creativa e al tempo stesso coinvolgere tutti, non solo i bambini, in un gioco.

Il racconto di una società, la comunicazione all’esterno, lo spirito di gruppo. Insomma, un semplice album ha potuto rafforzare tutto questo? Ebbene sì, perché la figurina sarà pure un piccolo rettangolino adesivo, semplice, un gioco, un divertimento, eppure è uno strumento per comunicare ed unire potentissimo!

E come non parlare di distanze che improvvisamente si azzerano. La Robur et Fides Somaglia è ormai una società diffusa nella provincia di Lodi, coinvolgendo diverse realtà, toccando svariate cittadine e bambini della provincia. Con la raccolta delle figurine è riuscita ad avvicinare ragazzi distanti chilometri in soltanto poche pagine di un album: l’unione fa la forza, la forza dell’adesivo di una figurina vorremmo aggiungere!

Robur et Fides Somaglia: album di figurine

Il backstage dell’album

Non potevamo non chiederlo, ti pare? Perché ogni raccolta racchiude in sé piccole leggende, casi unici, momenti che meritano di essere raccontati.

E, sebbene sia stato scongiurato il pericolo di una figurina introvabile come quelle di cui ti abbiamo parlato nel nostro articolo precedente qualche epic moment c’è stato eccome.

In particolare due sono gli aneddoti che Marco ci ha rivelato:

  1. la follia generata sui gruppi WhatsApp in seguito all’offerta di una pizza omaggio da parte del Presidente per i primi 10 bambini che avessero trovato la sua figurina.
  2. il traguardo premio del pallone in regalo per i primi 20 a completare l’album interamente, perché si sa, completare la raccolta merita sempre una ricompensa!

Ah, e come non immaginarsi grandi e piccini a scambiarsi i mazzi di doppioni tramandando il nobile verbo del “celo, questa celo, questa mi manca”?

Rimaniamo in contatto!

Sentirsi parte di qualcosa non ha prezzo, e raccontarlo in un modo così? Ovvio che no, chiedete pure ai ragazzi della Robur et Fides Somaglia sui loro profili Facebook e Instagram!

Per scoprire cosa possiamo fare te e per la tua società come abbiamo già realizzato per la Robur come per altre realtà italiane ti invitiamo a scriverci una mail a info@figurineitalia.it e penseremo insieme a qualcosa di unico.

Figurine Italia ama raccontare storie, la tua.

Francesco Trocchia
Francesco Trocchia
Nomade Digitale, vedo con i miei occhi e cerco di descriverlo a parole mie. Sono un Web Editor e mi occupo di Social Media, ma soprattutto rimango particolarmente impegnato nel vivere.
Related Posts